Via Ridola

Flash is required!
Descrizione

Via Ridola costituisce parte  della “dorsale settecentesca” della città di Matera, in quanto durante il 1700 fu il primo quartiere ad essere costruito sul piano della città, al di fuori dei Sassi e della Civita, e per tanto fu denominato “case nuove” (parte a destra, andando verso Palazzo Lanfranchi) dall’arcivescovo Antonio Del Ryos che ne volle la costruzione per i dipendenti del Seminario, che secondo i dettami del Concilio di Trento doveva essere presente in ogni diocesi (attuale Palazzo Lanfranchi terminato nel 1672), insieme ad una chiesa e ad un’ospedale. La strada è delimitata da pregevoli edifici datati tra il XVIII ed il XIX secolo, ed è quasi intatta nel suo disegno urbanistico.

Torna Sopra