Grottaglie

Chiamata “città della ceramica” per la sua antichissima e variegata produzione di vasellame artigianale, Grottaglie sorge su un suolo ricco di argilla che ha da sempre favorito l’attività figulina. A partire dal ‘700 vi è una specializzazione nella produzione delle ceramiche che si possono dividere in due stili principali: arte ruagnara inerente alla produzione d’uso comune, con un forte legame al mondo contadino, e l’arte faenzara, a carattere decorativo ed ornamentale, rivolto ad un uso più elitario. Attualmente sono moltissime le botteghe artigiane attive nella produzione della ceramica, che si possono visitare attraverso un percorso nel quartiere dei ceramisti detto “Li cemenn’ri”, (nome che deriva dai comignoli che spuntano ovunque in presenza delle tante fornaci in cui si cuocevano i manufatti), ove è possibile acquistare oggetti tradizionali e moderni, caratteristici della produzione locale.
Da visitare il “Museo della Ceramica” alloggiato nel “Castello Episcopio”, della fine del XIV secolo, che consta di cinque sezioni dedicate rispettivamente alla ceramica d’uso tradizionale, all’archeologia, alla maiolica, ai presepi e alla ceramica contemporanea.

Prenota con noi la tua visita guidata a Grottaglie.