Parco Nazionale del Pollino

Istituito nel 1990, complessivamente il Parco si estende per oltre 200.000 ettari e comprende, oltre al gruppo montuoso del Pollino, anche il Monte Alpi in territorio lucano ed i Monti dell’Orsomarso in territorio calabro. Nel territorio del Parco sono compresi 56 Comuni delle province di Potenza, Matera e Cosenza e vi è la possibilità di visitare vari monumenti e reperti archeologici, ruderi di castelli, santuari, chiese e cappelle basiliane nonché isole linguistiche di origine albanese.
Molte sono le tradizioni, i costumi, i piatti tipici da trovare nelle varie località del Parco. Una delle escursioni tipiche è quella del Monte la Spina dove si trovano i famosi Pini Loricati che sono frammisti ai faggi. Tra le immense distese del Parco vi pascolano mandrie di bovini guidate da pastori che, con mani esperte, trasformano il latte in genuini caciocavalli.
La natura incontaminata è alla base di riti come la sagra dell’Abete di Rotonda o la festa dell’Antenna di Castelsaraceno, o ancora, le processioni estive dei Santuari, come quella della Madonna del Pollino.
La forza delle tradizioni in questi territori è ben documentata dalla tenacia delle popolazioni albanofone di San Costantino Albanese e di San Paolo Albanese che hanno conservato intatti, dopo secoli di esilio dalla loro patria, lingua, costumi e riti religiosi.

Prenota con noi la tua visita guidata nel Parco del Pollino.